Regione Siciliana

Tassa di Occupazione Suolo ed Aree Pubbliche

Uffici competenti
Ufficio Tributi; Comando vigili urbani; Ufficio Tecnico.
Notizie generali
La tassa é dovuta per le occupazioni a carattere permanente ed a carattere temporaneo, previa autorizzazione comunale ed apposita denuncia da presentare presso gli uffici della concessione.
Chi deve fare domanda e come
Chiunque occupi o detiene locali a qualsiasi uso adibiti.
Quando presentare denuncia
La richiesta di autorizzazione e/o di concessione deve essere inoltrata dal soggetto che usufruirà, a qualunque titolo, del suolo o dello spazio pubblico.
Quando e quanto si deve pagare
Le occupazioni permanenti sono soggette ad una tassa annuale che va corrisposta entro il 31 gennaio di ogni anno. Per le occupazioni temporanee, la tassa é computata secondo una tariffa giornaliera da corrispondere non oltre il termine della occupazione.
Come si paga
Direttamente allo sportello, presso gli uffici della concessionaria, o con versamento su ccp. n.11811932.
Denuncia, rinnovo, disdetta
La denuncia e la disdetta si presentano presso gli uffici della concessioanria. Non é previsto alcun rinnovo delle autorizzazioni.
Decadenza ed estizinzione della concessione
Il provvedimento di decadenza viene adottato nei casi di inottemperanza alle norme ed alle condizioni contenute nell'atto di concessione od autorizzazione, con obbligo di messa in ripristino dei luoghi.
 Esenzioni ed agevolazioni
Sono esenti le occupazioni temporanee di durata inferiore ad un'ora e tutte le occupazioni realizzate per pubblica utilità direttamente dal comune o da Onlus. Pagano con tariffa ridotta i passi carrai, i banchi nei mercati, etc..
 Sanzioni
Omessa denuncia: 100%
Ritardato o omesso pagamento: 30%.
 Passi carrabili
Sono soggetti al pagamento della tassa ridotta al 50%. Devono essere concessi dal comune ed esporre apposita targa identificativa.
 Accertamento
A mezzo apposito avviso da notificare, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del terzo anno successivo alla violazione.
 Contenzioso
Avverso gli accertamenti si può ricorrere alla commissione tributaria, ai sensi del D.lgs. n.546/92.
 Altre informazioni
È possibile sanare eventuali controversie tributarie tramite "l'accertamento con adesione".
torna all'inizio del contenuto